Ludovico Röhl


Formazione:                              

Scuola di Recitazione triennale “Mumos” di Gastone Moschin.

Stage di Doppiaggio di 30 ore, a cura di Marzia Ubaldi.

                                                    

Workshop  di recitazione davanti alla telecamera tenuto dalla casting director Loredana Scaramella.

Workshop di recitazione in versi basato su “Aminta”, di Torquato Tasso, a cura dell’attore e regista Ciro Masella.

Laboratorio di quattro giorni tenuto da Filippo Timi, inerente “Riccardo III” di William Shakespeare.

Workshop teatrale diretto da Mario Perrotta.

Laboratorio di nove giorni tenuto da Pierpaolo Sepe, sul testo “Amore e Informazioni”, di Caryl Churchill.

     

Esperienze professionali:

 

Fiction:

2015

“Come fai sbagli”, regia di Riccardo Donna e Tiziana Aristarco – figurazione speciale

2013

“Don Matteo 9” – figurazione speciale

                                 

Teatro:                                   

2018

In “Il Racconto D’Inverno”, di William Shakespeare, regia di Andrea Baracco, nel ruolo di Leonte, re di Sicilia. Produzione del Teatro Stabile dell’Umbria.

Nello spettacolo “Le Porte Regali – Pavel Florenskij: matematico, mistico e martire”, interpreto Andrej Belyj e il Commissario del Popolo, sotto la direzione di Francesco Bolo Rossini. Produzione del Gordon College di Orvieto e Kamina Teatro.

  

2017

In “Menecmi”, di Tito Maccio Plauto, sono Messenione e il Medico. Spettacolo prodotto dal Plautus      Festival di Sarsina, con la regia di Cristiano Roccamo.

Nello spettacolo “Il Vivaio - se ci amassimo quanto ci odiamo lo sai che bello?", nel ruolo di Ludovico, con la regia di Martina Badiluzzi, co-autrice  insieme a Giorgia Buttarazzi. Lavoro prodotto dalla compagnia Rosvita Pauper, con il sostegno di Carrozzerie n.o.t. – Roma. Finalista premio Short LAB 2017 - Cometa OFF - Roma e vincitore della residenza artistica Through Landscape con il patrocinio dalla regione Friuli Venezia Giulia.

Spettacolo in lavorazione: “Almost, Maine”, testo a episodi scritto da John Cariani, diretto da Samuele Chiovoloni, nel quale ricopro i ruoli di Steve, Randy e Phil. Progetto inserito nel circuito di residenze Verdecoprente e finalista nelle rassegne Giovani Direzioni 2017, organizzato da Mamimò Teatro Piccolo Orologio di Reggio Emilia e Premio Nazionale Giovani Realtà Del Teatro 2017, presso la Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine. Semifinalista al Premio Short LAB 2018 – Cometa OFF – Roma.

2016

In “L’importanza di essere Earnest”, da Oscar Wilde, interpreto Lane e Gribsby, per la regia di Antonio Latella. Lavoro prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria.

In “Calaveras Kabarett”, liberamente  tratto da “Crìmenes Ejemplares” di Max Aub, con la regia di Danilo Nigrelli, nel ruolo di Attore 2. Spettacolo prodotto con la mia compagnia Malabranca Teatro. Debutto nazionale all’interno del TODI FESTIVAL 2016.

In “Todi is a small town in the center of Italy”, scritto e diretto da Livia Ferracchiati, interpreto il  Documentarista. Una produzione del Teatro Stabile dell’Umbria e Terni Festival.

Spettacolo selezionato per la Biennale di Venezia 2017 e per Tramedautore Festival 2017.